logo nuovo coudbase  

Una dedica ad una persona speciale

Questa è la dedica fatta ad una persona speciale, da parte di una persona altrettanto straordinaria.

Il testo che segue è riportato senza correzioni ed è stato scritto da Marco Budai con la tecnica della comunicazione facilitata.

 
Dedica a Giorgio Zanmarchi di Marco Budai
 
Al mio presidente Giorgio Zanmarchi
 
La famiglia è l'unico posto dove puoi essere te stesso anche quando tu sei il primo a non accettarti troppo.
 
La realtà che il nostro amato presidente ha creato  è la rappresentazione di un gruppo di persone, empaticamente legate dal cuore con amore per il prossimo, diventando noncuranti delle difficoltà ma estremamente sensibili alla semplicità della felicità.
 
Temo che in un mondo individualistico sia anacronistico come progetto , soprattutto quando come primo obiettivo sia la felicità dei ragazzi che, motivati da un ambiente didattico e ludico a pari merito, si sentono non parcheggiati ma guidati in un percorso di crescita personale ad alto livello con la semplicità e la tranquillità che solo l'essere in famiglia può dare.
 
Ricordo che non c'è stato un momento in cui la voce burbera da comandante non sia stata tradita dalla bontà dello sguardo, specchio dell'animo.
 
Il nostro presidente è un animo nobile. Severo e attento, infaticabile e determinato. Il rispetto per lui è un valore assoluto, da parte di tutti, verso tutti, essenziale e pulito. 
 
Rispecchia il dolore del disabile escluso, non considerato, ritenuto non idoneo ad avere un opinione, un pensiero risultato di un ragionamento, questa è mancanza di rispetto. Lui ci ascolta e pretende che lo facciano anche gli altri.
 
Allo stesso modo, però, chiede a noi impegno nel comportamento e attenzione nel fare il nostro dovere.
 
Vivere con la disabilità non è facile, riporre i tuoi sogni, non poter prendere decisioni in autonomia, possono demoralizzare personalità fra le più tenaci. Ci serve uno stimolo, una possibilità di successo in qualsivoglia arte per identificarci, per non morire come essere umano.
 
Non siamo solo un corpo, siamo un anima che si nutre di emozioni.
 
Andare con la Fai Sport è rassicurante, si può crescere personalmente e culturalmente insieme, senza pregiudizio, per mano ma liberi di essere noi stessi in compagnia.
 
Direi che il nostro presidente ci considera tutti figli suoi e come un buon padre vuole darci solo il meglio. Non può peraltro metterci sotto una campana di vetro, lui ci insegna a perseverare, gioisce con noi per le nostre vittorie, ci aiuta ad accettare le sconfitte spronandoci a dare sempre il meglio di noi.
 
Grazie mille Giorgio Zanmarchi, anche noi ti vogliamo bene.
 
MARCO BUDAI
 
giorgio zanmarchi marco budai

 

 

 

Incontro con l'Udinese per iniziare al meglio il 2018

 

Il 2018 parte all'insegna della tradizione. La Fai Sport incontra i bianconeri guidati dal mister Massimo Oddo in un momento di grande euforia per la squadra friulana.

Il gemellaggio con le "zebrette" dura, ormai, da più di 20 anni e ha accompagnato spesso i bianconeri verso traguardi prestigiosi.

Grande entusiasmo da parte dei nostri atleti durante l'incontro con i propri beniamini.

Questo è il servizio trasmesso dalla TGR del Friuli Venezia Giulia in occasione dell'incontro.

Questo è il servizio trasmesso da Udinese TV

Uniti per volare in alto 2017

Giovedì 9 novembre 2017, la Fai Sport è stata ospite presso la Base militare di Rivolto, del Comandante del 2° Stormo Edi Turco e del Comandante delle Frecce Tricolori Mirko Caffelli.

I Piloti delle Frecce Tricolori hanno svolto 2 sezioni di volo in onore degli atleti della Fai Sport.

Nell’intervallo tra i due voli, gli atleti della Fai Sport hanno potuto ammirare le dimostrazioni in pista delle vetture di Formula Uno appartenute a Lauda ed Alboreto.

Successivamente sono saliti su alcune Ferrari e Lamborghini per provare l’ebbrezza della velocità con questi bolidi che è stato possibile averli a disposizione grazie agli ottimi rapporti che il Presidente Zanamrchi ed il sindaco di Flaibano Picco hanno con Stefano Domenicali.

I Comandanti, entusiasti per la riuscita dell’evento, hanno chiesto al Presidente Zanmarchi di ripetere la manifestazione in primavera.

La Fai Sport per l’occasione ha omaggiato le autorità con un gadget appositamente ideato.

Questa manifestazione ha permesso agli atleti e le loro famiglie di trascorrere una giornata indimenticabile.

Guarda le foto

Rivolto 9 novembre 2017 foto Fai Sport con piloti frecce tricolori

Incontro fra la Fai Sport e The Mills English School di Udine

Venerdì 10 novembre 2017, gli alunni delle classi III e V elementare con la presenza delle insegnanti Angela Pizzimenti e Alessandra Birtig, hanno partecipato al percorso educativo “Quanto è difficile accettarsi quando gli altri fanno di tutto per non farti sentire accettato” promosso e sviluppato in aula dall’associazione Fai Sport.
Il Presidente era accompagnato dagli atleti: Paolo Bortolin, Andrea Nadalet e Valentina Zanmarchi.

Il progetto vuole insegnare ai bambini che i rapporti con le persone e soprattutto quelli con i disabili, ci possono rendere solo più sensibili e competenti sul piano sociale. Il relazionarsi con loro richiede una maggiore ricchezza espressiva ed emotiva.

Le differenze sono risorse che aprono una porticina su ciò che non si conosce e che c’è fuori dalle mura di casa.

Come prima cosa gli alunni hanno visto un filmato dal quale hanno potuto constatare in quante attività sportive, sociali e culturali sono impegnati gli atleti della Fai sport con particolare impegno nel nuoto, sci, tiro a volo e tennis tavolo.

Incontro fra la Fai Sport e The Mills english school

Incontro fra la Fai Sport e The Mills english school

 

Naturalmente famiglia - Progetto Family - Famee

La Fai Sport è stata scelta dall'Azienda Sanitaria n. 2 "Bassa Isontina" per partecipare al progetto denominato "Family-Famee".

Nell'ambito del progetto ha organizzato l'incontro "Naturalmente Famiglia". 

Il 10 settembre 2017 si svolgerà un'esperienza laboratoriale che coinvolgerà gli atleti della Fai Sport, delle loro famiglie e di quanti vorranno partecipare.

Sarà un'esperienza rilassante di confronto e di crescita a contatto con la natura. Ci condurranno in questo percorso la psicologa Dott.ssa Caterina Bott e Valentina Bott.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

  • ORE 9.30 Ritrovo presso il parcheggio del cimitero di Torsa

  • Inizio del percorso sensoriale lungo il sentiero che costeggia il fiume Torsa
    Raccolta di elementi naturali (foglie, stecchetti, sassi ecc…) per la scrittura e composizione di gruppo di un Natural Book
  • “L’albero di famiglia” laboratorio creativo (tutto il materiale necessario alla realizzazione sarà fornito dalla FAI SPORT)
  • Ore 12.30 Pranzo “campagnolo” (pane, salame, formaggio ecc…) all’ombra degli alberi in un’ansa del fiume
  • Ore 15.00 “Un villaggio tra i rami”
    Costruzione di gruppo di un’opera di Land Art con parti naturali trovate sul luogo che resteranno lungo questo sentiero come segno del nostro passaggio.
  • Condivisione
  • Merenda

 

 

facebook_page_plugin